Siamo ancora monoteisti?

Per tanto tempo i miei maestri mi hanno insegnato che il popolo ebraico fu grande perché, a differenza di tanti altri popoli, fu monoteista, ossia credeva in un solo Dio.

Ora, dopo una lunga vita ed una certa frequentazione della Bibbia, ho delle grosse riserve sul monoteismo ebraico, perché sono arrivato alla convinzione che piuttosto di credere in un solo Dio, gli ebrei credevano che il loro Dio era più forte degli dei degli altri popoli e tutto ciò non lo si può definire proprio monoteismo.

Le mie considerazioni si sono spinte col tempo molto più in là, tanto che temo che, anche dopo venti secoli di storia cristiana, i seguaci dell’ebreo Gesù non siano proprio dei monoteisti puri! A livello formale credo che vinca il monoteismo, ma nella pratica si possono trovare piccoli e grandi idoli anche nel nostro mondo cristiano.

Alcune settimane fa, una mia amica, che ha cercato un ufficio postale in periferia, perché quello centrale è troppo affollato, come avviene spesso per la poca organizzazione e solerzia negli uffici pubblici, ha scorto a Trivignano una lunga fila di persone in attesa. Si concedevano i prestiti per le vacanze! Le vacanze sono un idolo molto affermato.

Leggevo sulla cronaca sportiva delle gare in acqua, gli epici risultati della gloria di Spinea, che si irradia però sul Veneto, in Italia e nel mondo!

Mi pare che la Fede (diminutivo di Federica) ha raggiunto il record dei 400 metri superando di due decimi di secondo quello precedente.

Non vi pare che la Pellegrini si meriti l’erezione di una Basilica? Per non parlare del valore economico di un giocatore di calcio! Siamo decisamente regrediti a livello di fede reale. Altro che monoteismo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.