Angosce superate dalla Storia

Quando ero ragazzo e da giovane prete sentivo parlare dell’ateismo di Stato praticato nell’Unione Sovietica, con gli spazi dedicati nella scuola per insegnare scientificamente che la religione è l’oppio dei popoli, provavo l’angoscia che questa nube malefica, che partiva dal Cremlino, avesse invaso ed avvelenato anche la nostra vecchia Europa. Ora a pochi anni di distanza dalla rovinosa disfatta di quella impalcatura fittizia ed effimera mi capita di vedere Putin, il capo del governo, cresciuto alla scuola dalla polizia segreta, il potentissimo apparato che doveva difendere l’integrità della dottrina di Stato, abbracciare il Patriarca di Mosca e poi segnarsi col segno di croce che è tipico dei popoli slavi. mi sono detto l’altra sera mentre ve-devo alla televisione questa scena: “Uomo di poca fede perché hai dubitato?”

Tante volte i miei educatori cristiani m’avevano ripetuto l’affermazione di Gesù “Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa, le porte del male non prevarranno!” L’altra sera mentre solo soletto, vedevo alla televisione il potente Putin, cresciuto alla più rigida scuola dei senza Dio, farsi la croce come un bimbetto da prima comunione, ho pensato che la mia preoccupazione per il secolarismo dilagante, per l’anticlericalismo becero e insistente dei radicali, le reticenti, ma sempre presenti nelle riserve della sinistra estrema, ma non solo estrema, ogni qualvolta c’è un problema morale sul tappeto del nostro Paese, non solo non è giustificato in uno che si dice credente, ma pure sono state decisamente smentite tantissime volte dalla storia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.