Come è andata la storia della Chiesa del Cimitero di Mestre…

Come è finita la storia della Chiesa del Cimitero…

Sono andato in municipio, parzialmente convinto che finalmente mi avrebbero dato qualche notizia circa la chiesa del cimitero.

C’era tutto lo stato maggiore: gli addetti ai lavori, il prosindaco, l’assessore ai lavori pubblici, il progettista, il rappresentante della Vesta, l’addetto stampa della stessa, ed il sottoascritto, quasi fossi io l’unico interessato per la chiesa e non la città!

La delusione è stata assoluta e completa.

Il rappresentante del dottor Razzini, amministratore delegato della Vesta, ha ripresentato una vecchia proposta che già due anni fa gli dissi, con assoluta franchezza, che era improponibile ed assurda e per lo più rappresentava un modo furbesco e poco corretto per nascondere il rifiuto per affrontare seriamente la questione.

Per di più questo rappresentante ha snocciolato una lista di conti che solamente un amministratore pubblico riesce a concepire. Credo che qualsiasi impresa di questo mondo, che non sia la Vesta o un ente simile, che attinge dalle finanze pubbliche, fallirebbe in quattro e quattrotto.

Cosa sto proponendo io da quattro anni: Comune o Vesta accenda un mutuo e nel tempo (quanto ne serve) recupera i soldi necessari per la chiesa e la sala laica; pagano i credenti!

Cosa propone la Vesta, con il consenso del Comune; i cittadini che vogliono custodire le ceneri in un luogo sacro si impegnino con un contratto, fin da subito, di pagare in anticipo ad un prezzo salato, il loculo richiesto per avere la copertura finanziaria per costruire la chiesa e la sala laica.

A me è sembrata una beffa bella e buona, ma comunque ogni cittadino e soprattutto ogni credente giudichi la serietà di suddetti amministratori.

Per quanto mi riguarda ho ritirato ogni mia proposta ed ogni mio avallo su questa questione. Continuerò a fare del mio meglio anche se sono convinto che Comune e Vesta stanno conducendo in maniera indecente tutto quello che concerne cimitero e chiesa in particolare. Ogni cittadino può fare un giro per accertare le condizioni della chiesa del porticato storico e del cimitero in genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.