Sconcezze che possono distruggere una società

Qualche tempo fa mi sono lasciato vincere dalla tentazione ed ho visto un programma alla televisione fino quasi all’una di notte.

Mi sono seduto in poltrona, come al solito, dopo il rosario e come al solito, mi sono addormentato quasi subito. Per me la televisione rappresenta sempre uno dei più potenti sonniferi che mi fanno vincere l’insonnia, anzi favorisce un sognare strano in cui le voci della televisione finiscono col mescolarsi con l’immagine che ci mette la mia fantasia facendo nascere uno strano cumulo in cui il reale e il fantastico si sommano facendomi vivere esperienze estremamente stravaganti.

Sul tardi, forse la scomodità della poltrona probabilmente mi ha svegliato, mentre si trasmetteva “Porta a Porta”

Il facondo Vespa conduceva, con la sua indubbia maestria, la trasmissione con interventi di esperti, spezzoni di filmati e tutto il resto che condisce questa vecchia e veneranda trasmissione.

L’argomento verteva sulla colpevolezza più o meno dei tristi protagonisti del delitto di Garlasco.

Come da copione in questi casi si contrapponevano gli innocentisti ai colpevolisti. Ma non è questo aspetto che mi ha colpito, ma invece sono stato veramente stordito da quello che è avvenuto fuori dalla vita intima di quella ragazza che tutti dicevano “solare” e peggio ancora quello che è stato scoperto sul computer di quel ragazzo dall’aspetto pulito e dall’aria tanto sana.

Non avrei mai immaginato che nella vita privata di ciascuno e nei rapporti tra i due ci fossero tale e tante sconcezze.

Chi si nutre di cose del genere non solo può arrivare al delitto, ma anche al genocidio. Quando si sono sconvolti tutti i canoni della moralità e del buon vivere, si scardina la coscienza e si distruggono tutti i valori.

Spero che quella macabra e squallida vicenda costituisca un caso particolare, perché se ciò fosse una prassi per i giovani d’oggi, la nostra civiltà sarebbe non solo sulla via del declino, ma della completa dissoluzione. Forse solamente stanotte ho scoperto le insidie di quello che molti definiscono “il prodigioso” internet!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.