Il Signore vuole che la vita ad ogni livello sia sana e bella

Questa mattina, di buonora, ho riflettuto un po’ sulla pagina del Vangelo che la liturgia feriale di questo periodo dopo Pasqua, offre all’attenzione dei fedeli. Il passo della Scrittura riferito, da qualche tempo mi interessa quanto mai, tanto da diventare un punto fermo nella mia riflessione a livello religioso: “Dio ha tanto amato il mondo da mandare suo Figlio non per condannarlo, ma per salvarlo”.

Per me questa affermazione evangelica è un punto fermo, un elemento di forza, quasi un chiodo piantato nella roccia, a cui posso aggrapparmi, perché regge nonostante l’inclemenza del tempo e lo scatenarsi degli elementi, costituisce una di quelle “idee” chiare e distinte capaci di reggere nonostante tutto.

Dio vuole salvare l’uomo, altro che le visioni di qualche giansenista nello spirito che “vedeva le anime andare all’inferno come cadono i fiocchi di neve d’inverno”. Dio vuole aiutare l’uomo a raggiungere la pienezza di vita non solo nell’aldilà, ma aiutarlo a vivere una vita piena, intensa e positiva anche in questo mondo.

A me è sempre piaciuta la tesi di Origene, ripresa poi dal nostro Papini, in cui si afferma che il buon Dio, di cui Gesù nella parabola del figliol prodigo ci ha presentato come Padre dal cuore infinitamente generoso, finirà col salvare tutti. Don Mazzolari ha manifestato speranza perfino per Giuda, credo perciò che non sia un azzardo, sperare per tutti.

Questa mattina poi il cristiano, che ha steso il testo su cui ho meditato, affermava che Gesù è venuto non solamente per la salvezza dell’umanità, ma anche del mondo, ossia del creato.

Il Signore desidera che pure i fiumi ed il mare abbiano acque limpide e fresche, le foreste alberi verdi e sani, il cielo limpido e con l’aria pura e frizzante. Il nostro Dio vuole e farà di tutto perché l’uomo e il suo habitat vivano in maniera autentica e la vita ad ogni livello sia sana e bella.

Questa visione non solo mi piace, ma la ritengo una proposta su cui puntare ogni sforzo e il far questo diventa anche un canto di lode al Creatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.