La Provvidenza terrà viva la vigna del Signore!

Ho sempre supposto che le mie preoccupazioni di non avere successori nel mio ministero pastorale e le lagne perpetue di cristiani comuni, di superiori religiosi e di vescovi per la carenza di vocazioni alla vita consacrata, sono solo espressione di poca fede in quel Dio dalle risorse infinite in cui pur diciamo di credere!

Le previsioni preoccupanti sul calo del numero di preti e religiosi in genere, gli inviti pressanti alla preghiera perché Dio mandi operai nella sua vigna sono, credo, espressioni di questa poca fede, per cui si teme che non ci sia più gente che difenda la causa di Dio e si faccia carico del messaggio evangelico. La mia cultura storica è meno che mediocre, però è pur sufficiente per affermare che il buon Dio se l’è sempre cavata bene e quando una istituzione religiosa ha cominciato a declinare ne ha fatto spuntare un’altra che era certamente migliore. E’ indubbio che preti, frati e suore sono in declino sia come numero che come qualità e di ciò dovremmo rammaricarci quanto mai anche perchè non riusciamo a trovare soluzioni a questa carenza. Però mi viene da dire che la Provvidenza ci ha già pensato alla grande come Essa è solita fare.

Qualche tempo fa, faceva parte ad un incontro in cui partecipavo anch’io, una signora quarantenne di bell’aspetto, sobriamente elegante, funzionario d’alto grado in un ente importante. Ad un certo momento, quasi a rassicurarmi per il suo sostegno alla causa che mi stava a cuore come prete, mi confidò di soppiatto: “Sono anch’io religiosa” e mi fece il nome della congregazione.

Qualche giorno dopo mi invitò a cena per sviluppare e concludere il problema che ci interessava e chiacchierando venni a sapere che appartengono a questa congregazione 1800 tra uomini e donne tutti inseriti nel cuore del nostro mondo.

Ora anche se chiude la “congregazione dei sacri cuori di Gesù e Maria”, ormai ridotta ad una ventina di vecchierelle, già fuori corso, non cade certamente il mondo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.