Da “SEGNO DI UNITA'” – 19 novembre 2017

Da “SEGNO DI UNITA’” – 19 novembre 2017
settimanale della parrocchia di Santa Maria della pace di Bissuola

Il settimanale riporta: 1) la storia della chiesa della Madonna della salute di via Torre Belfredo che non molti conoscono; 2) un progettino dei ragazzi del catechismo per aiutare due bambine terremotate; 3) la nascita di un nuovo gruppo di famiglie che vogliono crescere nella fede e nella fraternità.

don Armando

MADONNA DELLA SALUTE A MESTRE

Il Santuario Madonna della Salute in via torre Belfredo, fu edificato fra il XVII e il XVIII secolo.

È possibile documentare la dedicazione alla Madonna della Salute solamente dal 1735, si hanno però informazioni sulla più antica dedicazione alla Vergine del Rosario. L’intitolazione probabilmente è stata determinata in occasione di un evento miracoloso durante un’epidemia come ci conferma la data della festa principale che coincide con la festa della Madonna della Salute di Venezia. Nei primi anni del novecento la chiesa venne ricostruita su progetto dell’architetto Raffaele Cattaneo, solo successivamente, nel 1982 vennero ampliati presbiterio e navate laterali. Il bel portale bronzeo è opera di Giovanni Aricò, all’interno gli affreschi sono di Emani Costantini e le suggestive vetrate, eseguite nel 1986, sono opera di Anzolo Fuga.

Oggetto di culto all’interno del santuario è una statua della Vergine, posta sull’altare maggiore, raffigurata in piedi con il Bambino sulla sinistra e con il braccio destro impugna uno scettro. Il capo di entrambi è cinto da una corona di metallo.

UN PROGETTO SOLIDALE
del gruppo di prima media

Ricordate il progetto solidale “Per Giulia e Giorgia con amore” promosso alla fine dello scorso anno pastorale (fine maggio) dal gruppo di quinta elementare? Con l’aiuto di noi catechiste e delle loro mamme i ragazzi si impegnarono ad allestire un mercatino di oggettistica varia la cui vendita fruttò una bella cifra di oltre ottocento euro, che andò a favore di una famiglia, la famiglia di Giulia e Giorgia, una delle tante colpite dal terremoto in centro Italia. La maggiore delle due bambine, Giulia, di nove anni, vi perse la vita.

Come promesso allora, i ragazzi, ora in prima media, intendono continuare a sostenere quella famiglia che hanno “adottato” e organizzano per:

domenica 26 novembre una vendita di dolci (torte, biscotti…) ed eventualmente di oggettistica natalizia.

Non vogliamo però essere soli in questa iniziativa ed invitiamo anche gli altri gruppi a raccogliere questa proposta.

E ringraziamo sin d’ora tutti coloro che vogliono collaborare.

gruppo sposi tre

Da un paio d’anni, la comunità di Santa Maria della Pace si è arricchita di un nuovo gruppo famiglie.

Le persone che partecipano sono sposate chi da qualche settimana e chi da qualche anno. L’esperienza nasce a partire dalla testimonianza di fraternità, condivisione e accoglienza degli altri gruppi famiglia, Noi2 ed Emmaus.

Durante il primo incontro programmatico è stato stilato il calendario degli incontri e tracciato il cammino dell’anno che sarà centrato sul voler riprendere il Vangelo annunciato nel giorno delle nozze di ogni coppia. Cercare, insomma, di riascoltare condividendo quanto il Signore ha voluto dire in quella occasione,

Dopo qualche tempo (poco o tanto), può essere un buon modo per rileggere la propria storia di famiglia.

Gli incontri si terranno la domenica sera a partire dalle ore 18 per concludersi con la cena.

Le domeniche sono le seguenti: 3 dicembre 2017, 21 gennaio, 18 febbraio, 18 marzo, 22 aprile, 20 maggio 2018. Il gruppo vociante e allegro – c’è una bella combriccola di bimbe e bimbi – è aperto a chi voglia partecipare.

Per ogni informazione chiamate o scrivete pure a Roberto Bragaggia e Sara Vianello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.