Da “CAMMINIAMO ASSIEME” – 19 novembre 2017

Da “CAMMINIAMO ASSIEME” – 19 novembre 2017
settimanale delle parrocchie di San Pietro e Sant’Andrea di Favaro

Il parroco don Andrea, in occasione della celebrazione dei lustri di matrimonio, offre una lunga ed articolata riflessione sul matrimonio e i suoi rapporti con la vita cristiana e la parrochia. Un tempo queste iniziative di supporto alla vita cristiana venivano definite con una certa supponenza “Le stmpelle dell’apostolato”. Oggi però pare che senza stampelle le parrocchie non riescano proprio a stare in piedi.

don Armando

Lustri 2017

La festa dei lustri cerca di coinvolgere tutte le coppie che ricordano una cifra “tonda” del loro matrimonio: 5-10-15… E’ solo una convenzione evidentemente, ma credo sia importante lo stesso … E che sia importante ricordarsene a cominciare da subito, dai primi anni. Ricordo che quando venni a Favaro, con don Vincenzo festeggiavamo le coppie che ricordavano il 25° e il 50°. Lo facciamo ancora e con la stessa attenzione. Ma ci aggiungiamo anche le altre coppie, soprattutto quelle più giovani.

E’ un segno di attenzione della comunità cristiana,della parrocchia, per la realtà della famiglia e per le famiglie. Una attenzione che non si esaurisce qui, ma che è costante sempre e che trova anche altre espressioni. Fare famiglia da parte di un uomo e una donna, farlo in modo stabile impegnando tutta la vita, mettendo al mondo figli, è una gran cosa per chi ha questo dono e per tutto il resto della società. Una famiglia è la cellula base della società stessa. Gli adulti costituiscono la forza lavoro e la forza politica, si prendono cura delle nuove generazioni e anche degli anziani. Spessissimo le famiglie si dedicano anche al volontariato e si danno molto da fare per coloro che hanno più bisogno o più semplicemente per i vicini, per la scuola, per la città … Se poi si tratta di famiglie che vivono la vita di una parrocchia, queste diventano le colonne portanti della parrocchia stessa, in comunione con i parroci e i vescovi. E anche quando l’impegno diretto è di un singolo si sente che dietro c’è tutta la famiglia: il coniuge, i figli, gli anziani …

Inoltre per i cristiani il matrimonio è un sacramento dell’amore di Dio, dell’amore di Cristo per la Chiesa. Essere davanti a una coppia di sposi è come essere davanti all’Eucaristia.

Oggi, giornata mondiale dei poveri per volere di papa Francesco, ricordiamo una espressione della benedizione ai novelli sposi: “Siate nel mondo testimoni dell’amore di Dio perché i poveri e i sofferenti, che avranno sperimentato la vostra carità, vi accolgano grati un giorno nella casa del Padre.” Un ultimo appunto. Sottolineiamo il valore e la grandezza del sacramento matrimonio e della famiglia dentro la comunità. Ma la realtà di oggi (e forse di sempre) ci presenta anche altre esperienze.

Senza rinunciare ad annunciare il Vangelo del Matrimonio e della famiglia nella sua pienezza, non dimentichiamo certo tanti fratelli e^ sorelle che vivono altre esperienze e a volte ne soffrono.

Senza giudizio, senza nasconderci, ma coltivando la vicinanza e l’attenzione per tutti nella concretezza della realtà. Buona festa dei lustri! Domenica 19 novembre ore 11.00 nella parrocchia di San Pietro, il 26 novembre ore 10.30 nella parrocchia di Sant’Andrea.

don Andrea Volpato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.