Da “CAMMINIAMO ASSIEME” – 27 ottobre 2017

Da “CAMMINIAMO ASSIEME” – 27 ottobre 2017
settimanale delle parrocchie di Sant’Andrea e San Pietro di Favaro Veneto

Mi pare che meriti di esser letto “l’articolo di fondo” di don Andrea Volpato, parroco di queste due comunità che indaga sul concetto di santo e di santità, superando gli schemi tradizionali che sono ancora molto diffusi nel Popolo di Dio.

CAMMINIAMO SULLA STRADA …

When The Saints Go Marching In…
Così diceva il testo inglese (originariamente canto “Gospel” ma anche marcia funebre) da cui è tratta la canzone che ancora usiamo anche se non è abbastanza vecchiotta.
E tuttavia queste parole ci richiamano la bellezza del cammino che il Signore Gesù ha avuto la bontà di chiamarci a percorrere. La stessa “strada che han percorso i santi tuoi…”
Ma chi sono i santi? I cristiani e la chiesa tutti sempre saputo vedere in alcuni fratelli e sorelle un segno più luminoso, una parola più eloquente della bellezza della vita di figli del Padre che Dio ha suscitato nella storia. Perso­nalmente credo che ci siano anche dei santi tra i non cristiani e i non credenti. Anzi, non sono io che lo penso, ma la chiesa tutta che così si è espressa anche nel concilio.
Ma ci sono anche tanti santi e sante che io stesso ho conosciuto e di cui ho magari celebrato il funerale nelle nostre chiese. Ninetta, Arturo, Bepi, don Vincenzo, don Serafino, Gianluca, Stella, Nicoletta … solo i primi nomi che mi vengono in mente. Un giorno vorrei trascrivermeli tutti. Anche questi sono i santi di Dio.
Non certo uomini e donne perfetti, ma certamente santi perché hanno percorso la strada del Signore.
Con fatica, sbagliando spesso, ma continuando fino in fondo il cammino che hanno portato a compimento e possono mettere sulla loro strada il segno di pista famoso presso gli scout: ho com­piuto la mia missione e sono tornato a casa.
Santo però è Dio solo. Kadosh. Cioè totalmente altro, completamente alternativo.
I santi che possiamo essere anche noi sono coloro che non si lasciano omologare dallo spirito del “mondo”: la corruzione, la maldicenza, l’egoismo … ma vivono le Beatitudini che per noi cristiani sono come i 10 comandamenti per gli Ebrei: Beati i poveri in spirito, Beati i miti, Beati gli operatori di pace, Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia e i perseguitati che piangono per la giustizia …
Dobbiamo sentirci onorati e santamente orgogliosi di aver ricevuto in dono questa vocazione in tutte le forme possibili per ognuno di noi. E sull’esempio di tutti i santi, anche i nostri, anche noi continuiamo a camminare sulla strada che han percorso i santi tuoi…
Buona festa di TUTTI I SANTI!

Don Andrea Volpato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.