Convinzione feconda

Leggo da molti anni una rivista bimestrale delle Suore Apostoline che tratta prevalentemente di scelte vocazionali. “Se Vuoi”, così si chiama la rivista, tra le righe suggerisce le domande: “Che cosa il Signore vuole da me? Qual è il mio posto nel progetto di Dio?” e poi, neanche troppo velatamente, incoraggia la risposta radicale di dedicare l’intera vita a Dio e al prossimo. La rivista, che è di visioni larghe, non si limita a suggerire la scelta religiosa ma tenta anche di incoraggiare la scelta di una famiglia realizzata con maggiore consapevolezza ed inquadrata alla luce della fede ed infine non trascura neppure l’impegno ad aiutare tutti a comprendere che la vita è un magnifico dono da spendere sempre anche per gli altri. Nell’ultimo numero che mi è arrivato, ho trovato un bel servizio sulla testimonianza della Delbrêl, una splendida ragazza che, partita da un ateismo radicale e da una militanza di comunista convinta, folgorata dal Signore, sceglie di testimoniare la sua fede e il suo amore per l’uomo girando per i sobborghi più degradati delle periferie parigine. La sua testimonianza, in linea con la spiritualità dei nostri giorni, è discreta, silenziosa, aperta a tutti e in atteggiamento di comprensione e di accettazione del bene che può provenire anche da posizioni opposte a quella cristiana. Nel servizio mi ha colpito soprattutto un’affermazione di questa donna che interpreta, nella maniera più positiva, la proposta cristiana calata nella realtà del nostro tempo. Ella dice infatti: “La fede vince sempre e là dove pare non vinca, non è essa che perde ma è che la nostra presunta vita di fede, che non è né autentica né evangelica, che fallisce!”. Questa affermazione mi pare in linea con quella di Gandhi, la guida spirituale indù, che affermava: “L’amore vince tutto e sempre e quando pare che non vinca non dipende da esso, ma dal fatto che quello offerto non è vero amore!”. La crisi religiosa dei nostri giorni non è causata dall’incapacità di presa della proposta cristiana sulla gente d’oggi ma dal fatto che essa è impoverita e adulterata dai cristiani attuali!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.