Sport, complicazioni e veri problemi del mondo

Questa estate ho corso il pericolo di prendere una sbornia da sport.

Da mattina a sera, ma soprattutto nei momenti del pranzo e della cena, tempo in cui mi concedo un po’ di televisione per i telegiornali, mi è capitato di imbattermi nella musichetta cinese e dovermi sorbire classifiche su classifiche i risultati degli sport più strampalati che potessi immaginare.

Confesso che sto stancandomi anche dello sport, che tutto sommato dovrebbe essere una delle attività umane tra le più pulite, innocenti e disinteressate.

Parlando dei tuffi, pensavo che si trattasse di qualcuno che si butta in acqua da una certa altezza, invece no, c’è chi si tuffa da 10 metri, chi da 20, chi fa lungo la traiettoria una capriola, chi due, chi si avvita, chi…..

Mi pare che si sia giunti ad una sofisticazione tale più vicina all’artificio che allo sforzo per cui uno esprime tutte le splendide potenzialità del corpo umano.

A tutto questo, che mi provoca in partenza una reazione istintivamente negativa, si aggiunge l’enfasi dei giornalisti specializzati su ogni singola prova, che fanno comparazioni risalenti fino ad Adamo ed Eva e adoperano una terminologia epica degna di miglior causa.

Il terzo motivo di stanchezza e di tendenziale rifiuto mi viene dal fatto che gli italiani sono quanto mai deludenti, specie negli sport che richiedono maggior sforzo fisico.

Se non siamo gli ultimi della classe poco ci manca anche se nel medagliere abbiamo qualche medaglia spelacchiata. Ma soprattutto quello che mi rattrista infinitamente è il pensiero delle migliaia e migliaia di persone che vivono, lucrano di questa attività per nulla produttiva e per nulla incidente a risolvere i terribili problemi del pianeta: fame, guerre, disuguaglianze, soperchierie, attentato alla vita del pianeta.

Quanto sarebbe più giusto che uomini e Stato si impegnassero con uguale passione, fatica e sforzo per appuntare appuntare nel medagliere di ogni cittadino meritevole l’oro per la solidarietà, per la pace, per la democrazia, per la libertà, per….

Questo tipo di impegno desterebbe di più il mio interesse e tiferei più calorosamente per i campioni di questi valori!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.