Il libro della natura ci offre una lezione magistrale di vita

Il sermone a commento del Vangelo della domenica mi impegna quanto mai. A parte il fatto che la “parola di Dio” dovrebbe essere sempre inquadrata ed offerta in una cornice d’oro massiccio, io in più ho la fortuna di rivolgermi ad una comunità così bella, a cui vorrei donare un qualcosa che veramente sappia di verità e d’amore.

Alla domenica, dopo la lettura del testo sacro, sogno di spargere nei cuori attenti dei miei carissimi fedeli dei semi di luce e di speranza veramente turgidi di vita, pronti ad attecchire immediatamente e a donare un frutto sostanzioso. Tutto questo mi comporta una riflessione prolungata che accompagno con una preghiera ardente perché il Signore fecondi il messaggio e, come dice la Scrittura, “la pioggia che cade dal cielo non cada mai senza portar frutto”.

Qualche settimana fa m’è capitato di commentare una delle pagine del Vangelo più ricche di poesia e di saggezza; era il brano che parla degli uccelli dell’aria che non seminano né raccolgono dai granai, eppure da mattina a sera danzano felici nel cielo, e dei gigli del campo che senza andare da Cristian Dior vestono meglio di re Salomone il quale incantava perfino la regina di Saba.

Dissi ai miei fedeli che se non avessimo altro testo dal quale imparare a vivere, basterebbe guardare in ogni stagione e in qualsiasi angolo della terra il Creato, per avere una lezione magistrale di vita.

Ricordo che, avendo io, giovane pretino un po’ presuntuoso, fatto osservare al mio vecchio parroco don Vecchi, che lo vedevo poco leggere ed aggiornarsi culturalmente, egli mi rispose: «Caro Armando, se alla mia età non avessi ancora imparato a leggere il libro della vita, sarei finito, alla mia bella età, senza aver capito proprio nulla!»

Il libro della natura, o quello della cronaca quotidiana, sono due volumi più che sufficienti per diventare veramente sapienti quanto Socrate o Aristotele!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.