Dio è padre di tutti e parla a tutti, non solo agli intellettuali!

Qualche giorno fa ho letto una volta ancora la risposta di Gesù al dottore della legge, che chiedeva quali fossero le verità portanti del pensiero biblico e quindi di Cristo. La risposta è stato chiara, anzi lapidaria: “Il primo precetto è: ama Dio con tutta la tua intelligenza, il tuo cuore e la tua volontà” e il secondo è complementare al primo: “ama il prossimo tuo come te stesso, su questo poggiano tutta la legge e i profeti!” Ho letto mille e mille volte questo passo evangelico però ogni volta che mi capita di ritrovarlo ne provo gioia, anzi ebbrezza.

Queste parole di Cristo mi riconfermano ogni volta nella convinzione che Cristo ha predicato un messaggio, per tutti, e quando ha seminato i germi del cristianesimo ha inteso di fondare una chiesa di popolo e non un piccolo ghetto per bigotti. Sono letteralmente infastidito per i corsi, gli aggiornamenti, le scuole teologiche, bibliche, patristiche nelle quali tutto diventa complicato, macchinoso e astruso. Credo che se riusciamo a far passare con forza queste due verità predicate da Gesù come essenziali ed assolute, ci libereremo finalmente da una congerie di ragionamenti astrusi, difficili e inconcludenti.

Non mi pare però di trovare troppi consensi tra i miei confratelli ed anche tra molti cristiani impegnati!

Il difficile, il complicato e le alchimie teologiche mi pare che oggi vadano per la maggiore ed abbiano un fascino irresistibile tra gli azzeccagarbugli della chiesa! Mi conforta però un fioretto della vita del papa contadino Giovanni XXIII che ho letto da qualche parte. Dicono che appena eletto Papa Giovanni un sacco di personaggi di chiesa, prelati e teologi, si sono presentati a lui per far conoscere i loro meriti nella chiesa. Questo non mi scandalizza perché siamo tutti poveri uomini.

Comunque un quasi famoso teologo di cui ricordo il nome, ma non lo cito per carità cristiana ed anche perché l’episodio potrebbe essere non vero, regalò al Papa una pila di volumi; tutta la sua produzione teologica. Si dice che il Papa semplice, buono e saggio avrebbe osservato: “E dire che tutti questi volumi sono contenuti nel Padre nostro!”

Dio è padre di tutti e credo voglia parlare a tutti e non solo ad un piccolo numero di intellettuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.