La politica non è un tema da evitare

Mio fratello don Roberto, che ancora una volta sento il bisogno di affermare, essere un prete veramente capace ed un parroco quanto mai valido, ha scritto sul suo settimanale che non desidera che gli aspiranti amministratori del Comune e della Regione si facciano conoscere in parrocchia in occasione delle elezioni e perciò li dispensa anzi li invita a non bussare alla porta della parrocchia. Con tutto l’affetto e il rispetto che nutro per mio fratello parroco, la penso in maniera diametralmente opposta.

Sono convinto infatti che la politica sia in se stessa una cosa nobile e degna, offrirsi e lavorare per il bene comune è un ottimo impegno, confrontarsi su progetti e sui programmi mi pare non solamente giusto ma anche doveroso. Se poi qualcuno obietta che ci sono persone che si servono della politica per fare i loro interessi privati, che ci sono persone ambiziose, persone assolutamente partigiane, persone per nulla preoccupate del bene comune, ma solo interessate alla poltrona, non ho nessunissima difficoltà ad ammetterlo. A questo mondo è sempre stato che ci sono persone ignoranti, furbe, disoneste, montate, superficiali, incapaci di riconoscere i propri limiti, ma ciò non avviene solamente negli aspiranti amministratori pubblici e nei politici, ma anche tra i preti, i magistrati, gli avvocati e via di seguito.
Questi sono i limiti della nostra umanità perciò non credo che si debba pretendere dagli altri ciò che noi non riusciamo a fare.

E’ vero che mi pare che in questo nostro particolare frangente la classe politica appare molto scadente, corrotta, carrieristica, litigiosa e faziosa, quella che poi si dice di ispirazione cristiana mi pare alla deriva e che non sia per nulla riscattata dalla batosta di tangentopoli, ma è altrettanto vero che quella laica di destra e di sinistra vada meglio, anzi!

Sono d’accordo col Papa che auspica una classe politica di giovani cristiani più ricca di valori e di ideali e meno compromessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.