Un dibattito esemplare

Qualche sera fa ho seguito alla televisione un dibattito-confronto tra il candidato a governatore della Regione Veneto del Centro-sinistra dottor Giuseppe Bortolussi ed un gruppetto di “avversari” politici.

Raramente ho assistito ad un dibattito così civile, corretto, rispettoso perfino cordiale.

Normalmente, in casi del genere, si assiste a contrapposizioni demagogiche, rissose, polemiche a non finire e piene zeppe di “promesse” e di “accuse” appartenenti ad un repertorio fin troppo noto e fin troppo scontato.

L’altra sera le cose non sono andate così e credo che il merito sia stato appunto del nostro assessore alle politiche economiche dottor Bortolussi, sempre pronto a smussare gli angoli, a riconoscere le difficoltà e i meriti degli attuali amministratori, sempre documentato nelle sue argomentazioni e sempre puntuale a fare le necessarie comparazioni sia di carattere regionale che di carattere europeo, tanto da smontare sul nascere ogni inizio di rissa e di polemica.

I miei rapporti con l’assessore, che ha tentato di portare avanti il progetto di recuperare i generi alimentari in scadenza, sono stati marginali e perciò non posso dire di conoscere a fondo questo amministratore locale. I risultati di questo progetto sono assai modesti, ma debbo comunque riconoscergli la buona volontà ed un certo impegno. Dal dibattito mi sono fatto l’idea o che l’aspirante governatore è molto furbo o che finalmente si presenta agli elettori in una forma nuova, certamente più corretta e credibile.

Questa seconda ipotesi sarebbe già moltissimo! Io, una volta ancora scelgo la fiducia e mi farò premura di offrirgli un pizzico della mia esperienza per un aspetto particolare sulla politica regionale nei riguardi degli alloggi protetti per anziani.

Seminare una buona semente credo che sia sempre positivo, se non altro anche perché lo stesso Gesù la pensa in questo modo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.