La religione crolla mentre clero discute il sesso degli angeli

Una quarantina di anni fa, o forse di più, ho partecipato ad un corso di esercizi spirituali per sacerdoti, al Coldraga, la bellissima casa dei padri Cavanis, posta a 600 metri di altezza sul costone di uno dei contrafforti del monte Grappa. Per arrivarci ci si inerpicava per una strada stretta, ripida e sterrata che, partendo proprio dalla schiena del magnifico tempio del Palladio di Cavaso del Tomba, portava a questa specie di castello che domina la splendida pianura della marca trevigiana.

La costruzione è del tempo dell’era fascista, ma comunque si rifà ad una architettura sobria ed austera. Ricordo che almeno per un giorno, fu presente il Cardinale Roncalli, nostro Patriarca, che ci dettò una meditazione di una semplicità assoluta, ma di grande efficacia. Della presenza del futuro Papa ne ho trovato una annotazione nel “Giornale dell’anima” quella specie di diario che il cardinale aggiornava ogni giorno.

In quell’occasione lessi un volume del teologo Kosc sul problema della secolarizzazione nella società contemporanea.

L’argomento mi tornò nuovo, non ne avevo mai sentito parlare e ne ebbi una profonda impressione, abituato com’ero ad una tradizione religiosa tranquilla, pacifica e scontata.

Quella lettura mi aiutò però a monitorare il mutare della cultura e del costume religioso nell’ambito in cui vivevo. Da principio mi sembrò un processo lento, quasi impercettibile, ma negli ultimi dieci anni il fenomeno prese avvio sempre più rapido, quasi da precipitare in maniera vorticosa.

La tradizione religiosa specie in città soprattutto nelle nuove generazioni più giovani non regge più; è letteralmente saltata.

Non c’è una ribellione, un rifiuto dialettico, formale, ma un abbandono tranquillo, di convinzioni di mentalità di principi.

Quello che mi impressiona di più è però la passività con cui il clero guarda al problema; pare che esso non lo tocchi, non gli interessi, anzi sia impegnato su ammennicoli di pensiero oramai ininfluenti sulla mentalità corrente.

Pare una volta ancora che mentre Bisanzio accerchiata, sta per crollare, i “sapienti continuino a discutere sul sesso degli angeli!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.