Solo chi non si impegna non sbaglia mai!

Non passa giorno che qualcuno, che se anche mi stima e mi vuole bene, non mi inviti alla prudenza.

Qualcuno mi dice che mi espongo troppo, qualcuno mi suggerisce che certe prese di posizione potrebbero irritare chi in questo momento “conta”, qualche altro più sottilmente, mi rende presente che certe argomentazioni, pur giuste, potrebbero essere adoperate dal “nemico” contro realtà e valori che mi sono cari!

Sono convinto che la prudenza è certamente una virtù, che deve essere praticata da tutti i cristiani, io, soprattutto io, che sono intempestivo, talora polemico in particolare!

Però, nonostante questa convinzione, non posso non tener conto di una massima, scritta da un autore italiano, che adoperava lo strano pseudonimo “Pittigrilli”: “la prudenza talvolta è l’ignavia che cammina scalza e in punta dei piedi”

Quanta gente per quieto vivere se ne sta tranquilla, non prende posizione, porge un ossequio formale all’autorità, non esce allo scoperto.

Un tempo un mio amico prete pur libero, ma molto più saggio di me, mi disse: “non ti sei mai accorto che chi non si impegna, non osa, non esce allo scoperto, pare non sbagli mai e non è comunque mai rimproverato o combattuto da chi comanda, mentre quelli che si impegnano, che guardano al futuro, che hanno veramente a cuore valori e persone che talvolta sbagliano anche, sono sempre quelli che sono presi di mira che non fanno carriera, che sono tenuti alla larga, che spesso sono perseguiti”.

Se applico questo paradigma nel campo ecclesiastico del mio tempo debbo constatare che le più belle figure di preti e di laici che hanno operato nella chiesa negli ultimi 50/60 anni, da vivi hanno avuto solo grane, mentre da morti, appena passati qualche decina d’anni, sono diventate le più belle bandiere di cui si vanta la chiesa.

Sono ancora convinto che uno dei primi doveri che debbono valere per tutti è l’onestà, meglio se ponderata, umile e rispettosa, ma comunque onestà!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.