Sull’uso che talvolta fanno della televisione

Più di qualche persona mi ritiene spigoloso, tagliente, polemico, ed ha ragione!

Talvolta non riesco proprio ad accettare certe forme di egoismo, certe mentalità farisaiche, certi estremismi di comodo, certi comportamenti ritenuti dai più formalmente religiosi, ma che in realtà sono la negazione assoluta di qualsiasi religiosità autentica. Certe forme di burocrazia assurda ed antisociale, certi paludamenti da palcoscenico che cercano di nascondere il nulla.

Allora prima sopporto, poi mi trattengo perché capisco che il ribellarmi è un combattere contro i mulini a vento, ma spesso sbotto.

Allora qualcuno, che probabilmente prova gli stessi sentimenti, dice che sono un prete coraggioso, qualcuno invece mi ritiene arrogante, svitato e pretenzioso.

Spesso cerco la saggezza, l’equilibrio, la misura ma poi ad certo punto sbotto e salta il coperchio!

Il voler essere onesti con se stessi, col prossimo che incontri, e col mondo è veramente difficile.

Io ho vissuto il tempo degli anni di piombo, in uno strano stato d’animo; da un lato ho condannato senza reticenza alcuna gli irrequieti, gli illusi, i personaggi indottrinati e talvolta delinquenti noti per aver preso il mitra e sparato a personalità di grande valore quali Moro, Biagi e tanti altri ancora.

Ho ritenuto i brigatisti criminali nutriti da ideologie malsane e banali e manovrati da burattinai interessati, astuti e senza scrupoli. Però talora m’è parso perfino di capire che di fronte a quel muro di gomma rappresentato dalla nostra società egoista, senza scrupoli, ipocrita, menefreghista ed arrogante non c’era altro rimedio che il mitra.

Sono sempre state tentazioni che ho rifiutato con tutte le mie forze dicendomi che la soluzione valida rimane la testimonianza, l’educazione. Però perché mi rimanga dentro al cuore questa prospettiva non debbo aprire la televisione perchè certi programmi “impegnati” sono l’espressione estrema della faziosità, dell’intelligenza luciferina, del degrado morale.

“I figli delle tenebre”, che sono sempre stati più furbi, si sono appropriati di questi splendidi mezzi di comunicazione per attuare i loro loschi progetti e per campare lentamente sopra la buona fede e la sete di giustizia della povera gente!
Questo proprio non lo sopporto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.