Un bel volto nuovo in politica!

Ogni tanto mi pare di fare delle “scoperte” che altri magari hanno già fatto da tempo. Però anche in questo caso mi rimane il gusto della scoperta!

Il governo, che ormai guida il Paese da un anno, ci ha offerto qualche volto, ma soprattutto qualche personalità, che non appartiene alla vecchia galleria di facce e di persone un po’ incartapecorite di cui sappiamo tutto. I vecchi protagonisti della seconda Repubblica, sono tutte personalità ormai scontate, puoi già in partenza conoscere la posizione che andranno a prendere e che cosa diranno in certe circostanze: i discorsi di D’Alema, Casini, Berlusconi, Franceschini, Bersani e qualche altro sono tutti prevedibili perché ripetono la parte da tempo e si rifanno allo stesso copione. A costoro però si sono aggiunti, con l’ultima infornata, alcuni altri protagonisti della politica italiana quanto mai interessanti come attori della commedia del Bel Paese; ad esempio Castelli, con la sua battuta arguta, ironica, di sfida che non molla mai l’osso ed irride l’avversario. Alfano ministro della giustizia, intelligente, con la battuta pronta, cortese ma affilata e tagliente.

La mia curiosità e quindi la relativa scoperta, si era però puntata sulla Gelmini. Questa ragazza dal volto e dal portamento pulito, determinata, quasi mai polemica, di una eleganza sobria, però sempre decisa a puntare sull’obbiettivo, serena e forte.

Mi hanno detto che è una personalità espressa dal Movimento di don Giussani e più ancora che è una Memores Domini, ossia una creatura consacrata che fa il suo mestiere per vocazione, per missione non per carriera.

Io ho avuto modo di conoscere qualche altra ragazza di questo movimento religioso e mi pare che la Gelmini ne abbia tutte le caratteristiche.

Non sempre ho condiviso tutto di questo movimento ecclesiale, ma sarei molto felice se le cose stessero così; ciò significherebbe che la chiesa italiana sta già preparando ed è quasi arrivata ad esprimere uomini e donne di governo per la nuova società e questa è già una gran bella notizia!

E’ vero che anche la Bindi pare provenga da un gruppo del genere, ma anche nel mondo religioso c’è gruppo e gruppo, chi chiude il passato e chi apre il domani. A me pare che la Gelmini apra il domani!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.