Il disegno di Dio per “Il Samaritano”

Guai ad essere rigidi nel sognare il domani. C’è un proverbio popolare che dice: “Gli uomini si muovono ma è Dio che li conduce” ed un altro simile per un certo verso, “l’uomo propone ma Dio dispone”.

Una volta ancora sono costretto a riscrivere, in maniera diversa da quanto l’avevo predisposta, la storia del Samaritano e per giunta debbo confessare che l’imprevedibile svolta che la Provvidenza mi indica e forse “mi impone” è molto migliore di quella che io avevo immaginata.

Mi illudevo quasi d’aver “scoperto l’America” mentre ora mi accorgo che c’è chi mi ha preceduto da tanto tempo e alla grande! Ad un tiro di schioppo opera una associazione che ha alle spalle una delle più grosse realtà finanziarie gestite da rappresentanti del mondo cattolico, che da molto tempo e da molti anni opera nel settore dell’accoglienza ospedaliera avendo elaborato una dottrina e fatto una lunga esperienza.

Quasi per incanto, in un momento difficile, è spuntata una proposta capace di coniugare il presente col futuro de “Il Samaritano” non rinnegando nè la dottrina che lo dovrà ispirare, nè abbattendo le fragili fondamenta su cui appoggiava il sogno, ma migliorando decisamente l’una e le altre. Un breve colloquio con persone tanto diverse che la Provvidenza ha fatto incontrare, un incontro con chi ha alle spalle realtà economicamente e spiritualmente forti, mi ha fatto intravedere una strada possibile e più sicura. Pur un po’ stordito, ma deciso mi è parso giusto abbandonarmi al disegno di Dio che è sempre migliore del mio progetto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.