Da “PROPOSTA” – 29 ottobre 2017

Da “PROPOSTA” – 29 ottobre 2017
settimanale della parrocchia San Giorgio di Chirignago

Riporto un pezzo che ho pure letto su almeno un paio di altri foglietti parrocchiali a proposito della commemorazione di tutti i defunti. Si tratta di un dialogo tra due nascituri che sono ancora nel grembo materno. Uno rappresenta colui che crede che ci sia una vita dopo la morte, e lo fa con un ragionamento condivisibile e razionale, mentre l’altro non crede “alla vita futura”, perché convinto dell’irrazionalità della vita che cessa dopo la morte, e lo afferma spinto dal fatto che non aveva alcuna esperienza della “vita nuova e diversa” che li attende dopo la nascita.

Questo dialogo ci spinge a credere, senza ombra di dubbio, nella vita eterna della quale ci ha parlato Cristo, Figlio di Dio.

don Armando

COMMEMORAZIONE DI TUTTI DEFUNTI

– Tu credi nella vita dopo il parto?
– Certo. Qualcosa deve esserci dopo il parto. Forse siamo qui per prepararci per quello saremo più tardi.
– Sciocchezze! Non c’è una vita dopo il parto. Come sarebbe quella vita?
– Non lo so, ma sicuramente… ci sarà più luce che qua. Magari cammineremo con le nostre gambe e ci ciberemo dalla bocca.
– Ma è assurdo! Camminare è impossibile. E mangiare dalla bocca? Ridicolo! Il cordone ombelicale è la via d’alimentazione …
Ti dico una cosa; la vita dopo il parto è da escludere. Il cordone ombelicale è troppo corto.
– Invece io credo che debba esserci qualcosa.
E forse sarà diverso da quello cui siamo abituati ad avere qui.
– Però nessuno è tornato dall’aldilà, dopo il parto. Il parto è la fine della vita. E in fin dei conti, la vita non è altro che un’angosciante esistenza nel buio che ci porta al nulla.
– Beh, io non so esattamente come sarà dopo il parto, ma sicuramente vedremo la mamma e lei sì prenderà cura di noi.
– Mamma?
Tu credi nella mamma? E dove credi che sia lei ora?
– Dove?
Tutta intorno a noi!
E’ in lei e grazie a lei che viviamo. Senza di lei tutto questo mondo non esisterebbe.
– Eppure io non ci credo!
Non ho mai visto la mamma, per cui, è logico che non esista.
– Ok, ma a volte, quando siamo in silenzio, si riesce a sentirla o percepire come accarezza il nostro mondo.
Sai?…
lo penso che ci sia una vita reale che ci aspetta e che ora soltanto stiamo preparandoci per essa…
– Sarà ma io mi fido poco o nulla di quello che non vedo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.