Da “LA FESTA” – 17 settembre 2017

Da “LA FESTA” – 17 settembre 2017
settimanale dell’unità pastorale di San Cassiano e di San Silvestro di Venezia

In questo numero credo di dover segnalare un evento di particolare pregnanza religiosa: un concerto di una cantante lirica giapponese accompagnata da una violoncellista che si sono esibite in brani di musica classica di ispirazione religiosa.
Il parroco, don Antonio Biancotto, nell’articolo spiega che la soprano giapponese è una nuova convertita e che la violoncellista a sua volta ha raccontato di essere stata battezzata di nascosto quando in Russia vigeva l’ateismo di stato. Dopo l’esibizione delle due giovani concertiste la serata si è “sciolta” in un momento di silenzio e di preghiera e si è conclusa con la Benedizione Eucaristica.

Penso che altri parroci, volendo ripetere questa esperienza nella loro parrocchia, potrebbero chiedere informazioni a don Biancotto. Oggi la pastorale ha bisogno di esperienze religiose forti, diversificate e motivate.

 

UNA SERATA ALL’INSEGNA DELL’AMORE DI DIO

Giovedì scorso alle 21.00 a S. Silvestro abbiamo vissuto una serata di fede attraverso la musica, il canto e la preghiera. Akiko (cantante lirica) ed Elena (violoncellista) ci hanno proposto brani di musica classica a sfondo religioso, ma soprattutto ci hanno dato una bella testimonianza di fede.
Akiko, giapponese, da poco cattolica, ci ha detto di essere stata colpita dalla serenità di Venezia che secondo lei è dovuta alla fede di tanti cristiani che si radunano nelle numerose chiese della città. Elena ci ha raccontato di aver ricevuto di nascosto il battesimo da bambina, durante il regime comunista ed ateo in Unione Sovietica . Ora è felice di professare liberamente la sua fede, anche attraverso la musica. Dopo le loro testimonianze, inframezzate da brani musicali, abbiamo adorato Gesù in silenzio per una quindicina di minuti e abbiamo concluso con la Benedizione Eucaristica. In sacrestia abbiamo fatto un brindisi con gli adoratori. La serata è stata organizzata per salutarci dopo le vacanze e per ridare impulso agli adoratori. Durante la prossima settimana incontreremo, per fasce, tutti quelli che hanno un turno davanti all’Eucaristia. Gli incontri ci serviranno a responsabilizzare tutti nel sostenere l’organizzazione e la diffusione dell’Adorazione Perpetua. Alcuni turni infatti vanno potenziati.

don Antonio Biancotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.