Terrorismo televisivo

Da “PROPOSTA” – 6 agosto 2017
Settimanale della comunità cristiana di Chirignago

Il parroco, don Roberto, che è pure mio fratello minore, fa un’arguta riflessione sul potere della stampa che non sempre aiuta a scoprire il lato positivo della vita, ma che spesso invece finisce per esasperare gli animi presentando in maniera ossessiva certi fenomeni naturali che sono sempre esistiti e ai quali però oggi sembra impossibile sopravvivere.

Talvolta mi vien da pensare che certi interventi siano interessati. In questo caso che non siano le agenzie turistiche a promuovere il loro “prodotto”, argomentando che d’estate non si può sopravvivere rimanendo a casa?

TERRORISMO TELEVISIVO

Che in questi giorno faccia caldo non c’è ombra di dubbio.
Che il caldo sia tanto, troppo, è una amara verità. Ma questo caldo lo soffriamo doppiamente: nel fisico e nell’anima.
Quando alla sera in TV si dice: domani sarà più caldo di oggi …. Bollino rosso … Lucifero … ecc. ecc. ecc. cominciamo a soffrire il giorno prima senza la minima speranza che, improvviso e ristoratore, arrivi un po’ di fresco. “Finché durerà la terra, seme e messe, freddo e caldo, estate e inverno, giorno e notte non cesseranno».” dice Genesi 8,22. E dopo questo inferno, verrà anche il fresco, come sempre è stato. Solo che i nostri vecchi potevano sperare, noi no: la TV ci spegne anche la speranza.

drt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.