Scampato pericolo

Credo di non essere il solo ad auspicare che ognuno faccia il proprio mestiere. Mio padre, che per buona parte della sua vita ha guadagnato il pane per la sua numerosa nidiata di figli facendo il falegname nella sua piccola bottega d’artigiano, ce l’aveva a morte con quelli che egli chiamava “ruba mestieri”, ossia con quei falegnami che, senza essere andati a bottega “nella loro giovinezza”, si improvvisavano nell’arte di San Giuseppe e di mastro Geppetto “rovinando il mercato” e facendo castronerie. I politici in genere appartengono, quasi sempre, alla categoria dei “ruba mestieri” perché avvalendosi di una “sbattola” infinita, senza alcuna esperienza pregressa, si improvvisano amministratori provetti, capaci di condurre le aziende più difficili di questo mondo quali sono gli enti statali e parastatali.

La catastrofe economica del Comune di Venezia deriva in gran parte dall’aver avuto sindaci senza capacità imprenditoriali, di conduzione del personale, di finanza e di economia e la cui preparazione professionale poco o nulla aveva a che fare con l’amministrazione di un Comune il cui bilancio ha una serie infinita di implicazioni. Io, nelle recenti elezioni amministrative, non ho avuto il seppur minimo dubbio nel non votare Casson preferendogli Brugnaro. Non so se il nuovo sindaco ce la farà per cui non cesso di fare novene a Santa Rita, la Santa degli impossibili, ma ritengo che Casson difficilmente avrebbe saputo cavarsela. Tutti affermavano che Casson era stato un magistrato integerrimo, ma che cosa ha a che fare questo con la capacità di amministrare un Comune? La fortuna ha voluto che questo ex magistrato non sia stato eletto anche se, non contento di aver fallito a Venezia, pare che ora stia cercando maggior fortuna a Roma. Qualche giorno fa ho letto che egli fa parte di quella piccola pattuglia di parlamentari irriducibili del P.D. che hanno tentato di opporsi alla riforma del Senato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.