Spreco dimenticato

Non passa settimana che sulla stampa nazionale non si parli dello spreco alimentare. I giornali poi di orientamento religioso denunciano ancor più di frequente il fatto che, mentre in molte zone della terra si muore di fame, nel nostro mondo occidentale centinaia di migliaia di tonnellate di generi alimentari vengono sprecate e buttate in discarica. Poco tempo fa mi è capitato di leggere uno dei cento racconti del famoso autore Dino Buzzati, il quale denuncia, con una prosa serena ed avvincente, uno spreco ancor maggiore ed ancora più assurdo e colpevole. Racconta Buzzati che un signore aveva notato che sul far della sera un grosso bilico versava puntualmente nella discarica cittadina un’enorme quantità di scatole piccole, grandi e grandissime, tutte così ben confezionate da sembrare appena uscite da un negozio. Incuriosito del fatto che quotidianamente l’evento si ripeteva, chiese all’autista che cosa contenessero tutti quei contenitori che sembravano nuovi e mai utilizzati. Questi rispose: “Le scatole piccole contengono le ore non utilizzate e quindi ormai inservibili, quelle più grandi i giorni, le più grandi ancora i mesi, gli anni e perfino le vite intere”. Questo racconto mi ha messo letteralmente in crisi pensando a tutto quel prezioso ben di Dio, col quale si potrebbero fare cose veramente belle e sublimi, che viene sprecato e buttato in discarica ogni giorno! Spero tanto che questa mia crisi di coscienza mi aiuti ad utilizzare bene da oggi in poi ogni attimo della mia vita e così avvenga anche per i miei amici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.