Il sesso degli angeli

Ormai da molti decenni o forse da secoli è di dominio pubblico la citazione che “Mentre Costantinopoli, circondata dagli Ottomani, stava per cadere, all’interno della città gli esperti di cose religiose, per nulla preoccupati della situazione a dir poco tragica, discutevano sul sesso degli angeli”.

Ancora una volta devo anche constatare la validità di un’altra massima antica “Non c’è nulla di nuovo sotto il sole!”.

Oggi sono sotto gli occhi di tutti il disagio e la difficoltà che incontra la religione nel riproporre, con esito positivo, l’annuncio cristiano alla gente del nostro tempo a causa dell’evoluzione sempre più rapida della sensibilità e della cultura, motivo per cui ci è necessaria una più che mai difficile (innovazione) nella pastorale. Papa Francesco ci offre uno splendido esempio.

Il Pontefice, pur usando soluzioni ereditate dalla tradizione, sta entusiasmando vicini e lontani con l’autenticità, l’onestà e la coerenza con cui fa la sua proposta evangelica mentre qualche settimana fa mi sono imbattuto in un “documento” che offre un’impostazione radicalmente rivoluzionaria, e per me vecchio prete, strana e campata in aria, di quello che un tempo era chiamato catechismo.

E’ giusto ed opportuno fare nuove esperienze però è pure doveroso, prima di proporle agli altri, valutarne i risultati.

Nel nostro caso, a quanto mi sia dato sapere, essi sono più che deludenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.