Un ceto sempre più deludente

Fino a pochi giorni fa il presidente Monti ha sempre detto che come Cincinnato se ne sarebbe tornato a fare il suo mestiere, cioè il presidente della Bocconi, la più prestigiosa università italiana, una volta scaduto il suo mandato. A me Monti piace tanto anche per questo aspetto: s’è messo al servizio del Paese, ha fatto il lavoro meno ambìto e più amaro, che è quello di imporre il rigore per “raddrizzare la barca” per poi tornarsene alla professione che ha scelto e che sa far molto bene.

Mi è capitato di incontrare, qualche tempo fa, una studentessa di quella università e da lei ho appreso quanto sia stimato ed amato dai suoi allievi. E come non si potrebbe amare una persona seria, onesta, sobria e pulita che parla chiaro e non inganna la sua gente? Tutti, fuorché i politicanti avvertono il bisogno di avere come governanti persone oneste, coerenti, che servono e non si servono della collettività.

Ora però che il ceto politico, invece di rinnovarsi, si sta ulteriormente impelagando in diatribe, in rivalità, in massimalismi ed in contese infinite ed inconcludenti, capiamo che in un paio di settimane i vecchi politici interessati, rissosi e millantatori di capacità che hanno abbondantemente dimostrato di non avere, sono desiderosi e pronti a distruggere quanto Monti e la sua squadra sono riusciti a fare in così poco tempo. Nonostante questo, pare che per fortuna Monti si sia mosso a pietà dei suoi concittadini e cominci a prospettarsi la disponibilità a continuare a portare la croce per ancora un po’ di strada.

Prevedo però, con infinita amarezza, che i vari Bersani, Vendola, Berlusconi, Di Pietro da un lato e la pasionaria della CIGL Camusso dall’altro, non accetteranno questa splendida opportunità per non deludere le loro infinite clientele che a decine di migliaia vogliono continuare a vivere in maniera parassitaria sulla pelle degli italiani.

Solo un miracolo ha portato Monti al governo e di miracolo ce ne vorrà un secondo, più grosso, per permettergli di accompagnare il Paese per un altro tratto di strada e portarlo al sicuro. Spero e prego perché anche questo possa avvenire nonostante tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.