I poveri morti di Berlusconi

Mi pare di aver sentito che Berlusconi aveva una zia suora e che sua mamma era molto religiosa. So anche che ambedue sono morte.

Quando ero bambino mi fu inculcato di ricorrere, quando mi fossi trovato in difficoltà, alle “anime sante del Purgatorio”. Da grande ho capito che queste “anime sante” non sono che i nostri cari defunti. Per il mestiere che faccio e per il luogo dove lo faccio, ho ogni giorno a che fare con tutto quello che riguarda l’aldilà; quindi ho quotidiana dimestichezza con i cari defunti e ogni volta che faccio un funerale penso di acquisire un amico in cielo che mi può aiutare e proteggere.

Partendo da questi presupposti prego con fervore e con fiducia la madre e la zia suora di Berlusconi che gli facciano capire quanto sia inopportuno che non si ricandidi, sia perché farebbe un “fiasco” completo, ma soprattutto perché di cattivo esempio agli italiani ne ha dato oltre ogni limite. Prego queste due “anime sante” che facciano capire al loro Silvio che l’Italia ha bisogno di persone pulite, oneste, trasparenti, di buoni costumi e, perché no? di cristiani coerenti.

Il prossimo anno credo che nessuno voterà Berlusconi, neppure turandosi il naso. Sarà per lui opportuno e doveroso impegnarsi per fare opere buone ed un po’ di penitenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.