Sicilia, cicala d’Italia

Monti e Napolitano hanno chiesto a Lombardo di dimettersi. Pare lo faccia, pur in maniera spavalda, il truffaldino per eccellenza di una Regione fuori controllo e mafiosa dal primo all’ultimo abitante.

Ho ascoltato prima, sbigottito, i costi, i confronti con le regioni del nord; poi mi sono chiesto: “Berlusconi, Prodi, Dalema e tutti i boss che sanno tutto di tutto, perché non sono intervenuti lo scorso anno, dieci, venti, trenta, quarant’anni fa?”

Non oso pensare quale sarà la pensione di Lombardo, dato che Giletti, alla televisione, ci ha informato che un certo funzionario della stessa regione gode di una pensione, legittimamente ottenuta, di cinquemila euro al giorno! Io non mi preoccuperei affatto che la Sicilia ottenga la secessione, se non vuol osservare le regole delle altre regioni d’Italia, anzi le darei una spintarella per quel verso. Se poi volesse, per riconoscenza a Garibaldi, rimanere italiana, niente di contrario, purché si amministri con i suoi soldi come le pare e piace! E non parlatemi, per favore, di solidarietà, diversamente è solo connivenza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.