Quante cose vorrei riuscire a fare più spesso!

Talvolta mi accorgo di subire il tentativo di autoingannarmi, ed avverto questo imbroglio che uso nei miei riguardi quando tento di convincermi che non ho tempo per far certe cose perché troppo impegnato.

Quando poi ricupero un po’ di lealtà con me stesso, mi confesso che non basta solamente la buona volontà per fare quello che riterrei opportuno o doveroso fare, ma ci vogliono pure risorse fisiche e mentali che io, a causa dell’età, non ho più.

M’ero riproposto di andare con molta frequenza al “don Vecchi” di Marghera per portare la mia solidarietà e per offrire orizzonti più larghi di quelli che hanno, ai settanta residenti; poi, per un motivo o per un altro, finisco per andarci solamente un paio di volte al mese.

In passato sapevo che don Ottavio, “il parroco territoriale”, era affezionato ed amava il “don Vecchi”, perciò mi dicevo che la mia sarebbe stata quasi una intromissione nella parrocchia di un altro. Ora don Ottavio se n’è andato e il nuovo parroco, per età e per altri impegni, penso abbia poco tempo da dedicare in maniera specifica agli anziani di quella struttura. Sono stato quindi costretto a superare la mia fragilità ed ho accettato, dopo molti rimandi, di celebrare una messa in preparazione al Natale.

La giornata era proibitiva, neve e gelo, ma se avessi mancato sarebbe stato veramente un tradimento che non mi sarei mai perdonato. L’accoglienza è stata festosa, la struttura “vestita da Natale”, la partecipazione totale e il rinfresco da principi, preparato da un cuoco di livello internazionale.

Sono stato felice, mi hanno riempito di doni, e sono ritornato pensando di ripetere tanto più frequentemente questi incontri che danno ricchezza umana alla convivenza; so però che non riuscirò a farlo come sognerei e vorrei. Debbo arrendermi alla realtà che ad ottantadue anni si è vecchi e non si può più fare quello che piacerebbe, o meglio si è convinti di dover fare.

Sempre più frequentemente penso al secondo “pensionamento”, a quello reale! Se non l’ho ancora fatto credo sia perché, nonostante io stia ancora tentando di illudermi, non vedo che esistano persone disponibili per questa avventura cristiana!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.