Da “LA COMUNITA'” – 29 ottobre 2017

Da “LA COMUNITA’” – 29 ottobre 2017
settimanale della parrocchia del Sacro Cuore di via Aleardi

Il settimanale impegna la prima pagina con una vignetta alquanto originale che illustra il vangelo del giorno.
Il periodico è piuttosto vario ed interessante per contenuti. Segnalo due articoli. Uno che si commenta da sé: “Non rimanere alla finestra”, rivolgendosi ai fedeli della parrocchia. L’altro riporta alcune regole per partecipare in modo consapevole, corretto e fruttuoso ad ogni liturgia.

don Armando

NON RIMANERE ALLA FINESTRA

Grazie a Dio e alla presa di coscienza di tanti cristiani della nostra comunità, la vita della nostra parrocchia è dinamica e articolata, offrendo a tutti la possibilità di partecipare e vivere attivamente la vita della chiesa.
I vari gruppi offrono a lutti, secondo le varie esigenze, i doni e le capacità di ognuno, la possibilità di essere protagonisti della vita ecclesiale. Il gruppo liturgico e il gruppo del canto, la catechesi, i catechisti, l’Azione Cattolica, l’O. F. S., le comunità neocatecumenali, il gruppo anziani, la Caritas, i G.D.A. e gli incontri dei giovani sono preziose occasioni per offrire a tutti le basi per vivere in modo attivo e responsabile la vita cristiana.
Purtroppo ci sono ancora tante persone che pensano di avere solo diritti e nessun dovere usando della chiesa come di un distributore di sacro, senza sentirsi interpellati a dare tempo e capacità per costruire la chiesa di Cristo.
Rivolgiamo, ancora una volta all’inizio del nuovo anno pastorale, un appello a tutti i cristiani della nostra parrocchia a vivere da protagonisti la propria lede cristiana uscendo dall’anonimato e inserendosi in uno dei vari gruppi in cui è articolata la nostra comunità. Fratello e sorella che mi leggi, non rimanere alla finestra a guardare. La chiesa ti appartiene, vivi attivamente la vita della tua comunità cristiana.

INDICAZIONI PER UNA LITURGIA SEMPRE PIÙ DIGNITOSA E PARTECIPATA

1. Arrivare in chiesa prima dell’inizio della celebrazione. Per poter partecipare fin dal canto d’inizio e non recare disturbo con il tuo ritardo agli altri.
2. Accertati che il telefonino sìa spento. E’ veramente sgradevole sentirlo suonare durante la liturgia.
3. Utilizza il tempo prima dell’inizio della celebrazione per leggerti le letture de! giorno e per la preghiera personale. Non chiacchierare con i vicini facendo della chiesa un salotto o un mercato.
4. Non accendere i lumi davanti alla Vergine e ai Santi durante la celebrazione. Il tintinnio delle monete disturba il silenzio e la preghiera. La Madonna e i Santi non possono essere contenti se disturbi e ti distrai dalla celebrazione del memoriale della Pasqua del Signore Gesù.
5. Accostati con grande dignità e fervore per ricevere l’Eucaristia.
6. Non uscire mai dalla chiesa prima della conclusione del canto finale. Sarebbe un gesto di scortesia nei riguardi del celebrante e dell’intera assemblea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.