Rose ma anche spine

Dopo l’euforia per la splendida notizia dei supermercati Alì, purtroppo è arrivata pure una “spina” che conosco fin troppo bene, che mi punge e mi fa sanguinare da quando ho scelto di occuparmi dei poveri della nostra città. I generi alimentari non ce li spediranno per posta, ma serve un furgone, e questo per fortuna l’abbiamo, ma soprattutto un autista e un aiutante per ritirare nei giorni e nell’ora prescritta i prodotti alimentari. La ricerca di autisti volontari, mi fa perdere il sonno ogni notte! Questo appello l’ho fatto perfino durante le prediche nella mia “cattedrale tra i cipressi”, ma pare che i fedeli siano più propensi ad accendere un lumino a padre Pio che a offrire un paio d’ore alla settimana per ritirare i viveri per i poveri. “Cari concittadini, non fatemi morire di crepacuore, ma datemi una mano!”.

Di autisti ce ne servirebbe un esercito, perché c’è pure da ritirare i generi alimentari dei supermercati Cadoro, della Despar e altri ancora. E poi frutta e verdura da i mercati generali di Padova, Treviso, Mestre e di Santa Maria di Sala. E dolci dalla Dolciaria Mestrina, pasticceria Ceccon, Caffè Retrò, Dolci e delizie, senza parlare dei mobili e dei vestiti! Tu che mi leggi, facci un pensiero e se non hai la patente, di certo hai genitori, nonni, figli, nipoti ed amici ai quali puoi chiedere questo favore. Sappi che nulla si fa per niente, il Signore ricambia sempre con il centuplo. Contattami. Adesso attendo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.