Incontri e funerali

Per molti anni mi sorprendeva e mi meravigliava il fatto che, una volta terminato il funerale al quale tutti normalmente partecipano compunti, la gente si fermasse poi sul sagrato della chiesa a chiacchierare, talvolta in atteggiamenti sorridenti ed anche scherzosi, per nulla in linea con il lutto che direttamente e indirettamente li aveva colpiti.

La cosa succede anche ora davanti al piccolissimo slargo che c’è di fronte alla chiesetta del cimitero in cui celebro il commiato.

Diventando più vecchio però sono diventato anche più tollerante e comprensivo. La vita va così; guai se la tristezza delle partenze per la casa del Padre si sommassero nel nostro animo, il mondo diventerebbe presto un mortuorio! In fondo, il funerale diventa anche un’occasione per ritrovarsi per incontrare gente, che per i motivi più diversi non vedevi da tanto tempo.

Qualche giorno fa mentre osservavo la stessa scena, dopo che l’autobara era partita per Marghera per la cremazione, mi raggiunse, in sacrestia, una signora, che a prima vista mi sembrò di mezza età, ma che poi compresi che l’età l’aveva tutta intera; ma un po’ l’abbronzatura, un po’ l’eleganza e un altro po’ la naturale spigliatezza, me la fecero sembrare più giovane.

Mi disse sorridente e compiaciuta che ero rimasto sempre uguale, ed era una bugia, ma per le donne le bugiette del genere sono loro congeniali e che mi rivedeva con estremo piacere ricordandomi che nel ’58 l’avevo sposata.

Le chiesi un po’ preoccupato, perché ai nostri giorni gli incidenti di percorso nel matrimonio sono piuttosto frequenti: “Come era andata!” – “Benissimo”, mi rispose pronta e sorridente, “sono in pensione, dopo 40 anni di insegnamento e mio marito anche se un po’ malconcio è qui con me”.

Era vero, mentre lei sprizzava vita, lui era un po’ malridotto!

Sono rimasto contento; un’altra semente aveva trovato il terreno buono e aveva prodotto in sovrabbondanza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.